Crea sito

“THE ZERO THEOREM” QUANT’E’ FASHION TERRY GILLIAM

rita

di Maria Rita Macchiavelli

 

the-zero-theorem-posterAnche quest’anno mi sono fatta una bella scorpacciata di film alla 70esima Mostra del Cinema di Venezia. Difficilissimo parlare di arredamento per le pellicole viste in questa edizione dal momento che la metà dei film sono ambientate nei boschi, in stanze tristi e vuote e soprattutto interno auto (la nuova tendenza).

Ma c’è un film che mi ha stregato, “The Zero Theorem” del mio genio visionario preferito, ex Monty Python Terry Gilliam (Brazil, L’esercito delle 12 scimmie, Parnassus… ). Non so quando sarà nelle sale, al massimo ne riparlerò ancora.

La storia non è eccezionale, siamo in un futuro prevedibile gestito da corporazioni onnipresenti e dai computer.

Il protagonista è un fantastico Christoph Waltz nudo, pelato e sempre sconvolto come Bruce Willis nell'”Esercito delle 12 scimmie”. Un genio informatico solitario che ricerca attraverso una sorta di videogioco il “senso della vita” tanto caro a Gillian.

Fino a qui tutto normale se non fosse per la scenografia. Gli esterni (pochi) sono in una Londra futuribile coloratissima e invadente e gli interni (quasi tutto il film) sono girati in una cattedrale gotica in disuso.

Non penso che Gilliam si sia visto in anteprima le ultime sfilate di Dolce & Gabbana o Alexander Mc Queen ma l’accostamento con la moda del momento per me è stato immediato.

Vetrate policrome, statue gotiche, luci e ombre mescolate con una dose notevole di kiccerie e un tocco pop con gli abiti mimetici (che si mimetizzano con la tappezzeria) di un Matt Damon irriconoscibile.

Un mix incongruente che ho trovato fantastico.

The Zero Theorem- Scena esterno Londra

The Zero Theorem- Scena esterno Londra

Christoper Waltz all'interno della sua casa cattedrale in una scena del film The Zero Theorem

Christoper Waltz all’interno della sua casa cattedrale in una scena del film The Zero Theorem

L'attrice Mélanie Thierry, interpreta una prostituta "virtuale", qui in una scena del film The Zero Theorem. Interno cattedrale, abitazione del protagonista

L’attrice Mélanie Thierry, interpreta una prostituta “virtuale”, qui in una scena del film The Zero Theorem. Interno cattedrale, abitazione del protagonista

L'irriconoscibile Matt Damon con un abito che lo mimetizza con la  tappezzeria.

L’irriconoscibile Matt Damon con un abito che lo mimetizza con la tappezzeria.

 

 

 

Abito Alexander Mc Queen collezione 2013-2014 con stampe effetto vetrata policroma

Abito Alexander Mc Queen collezione 2013-2014 con stampe effetto vetrata policroma

Modello Dolce & Gabbana collezione 2013-2014 con stampe ispirate a icone bizantine

Modello Dolce & Gabbana collezione 2013-2014 con stampe ispirate a icone bizantine

I commenti sono chiusi